Cookies & Privacy Policy

Close

dicembre 7, 2016

Viviamo in una simulazione?

Elon Musk, è un cofondatore di Paypal, CEO di SpaceX e di Tesla Motors, è un visionario tecnologico che una persona a cui mi ispiro..

Ha studiato un sistema di pagamento per far girare i soldi online, realizza auto elettriche e progetta di spedire la razza umana su Marte!

Durante l’ultimo Recode Code Conference ha ricevuto una domanda di carattere filosofico, circa la possibilità che una civiltà sufficientemente avanzata possa creare una simulazione talmente avanzata da essere indistinguibile dalla realtà.

Le probabilità di NON vivere in una simulazione sono 1 su un miliardo!

Consiglio di premere play mentre continui a leggere, è carino sentire la sua capacità oratoria. Ha sottolineato i progressi videoludici degli ultimi 40 anni, in cui siamo passati da 2 rettangoli ed una pallina (Pong..) alle simulazioni 3d fotorealistiche con milioni di persone che giocano contemporaneamente su dei computer e console domestici, e stanno migliorando ogni anno.

Immaginando di avanzare 10.000 anni nel futuro, che sono una bazzecola nella scala evoluzionistica e proiettando l’avanzamento tecnologico nei campi di intelligenza artificiale, realtà virtuale e potenza di calcolo, è possibile e probabile che si arriverà al punto in cui saranno indistinguibili dalla realtà.

In effetti le argomentazioni suonano bene…

Il filosofo svedese Bostrom, che per primo ha sottoposto la questione, afferma che almeno una delle seguenti frasi è probabilmente vera:

  1. Nessuna civiltà raggiungerà mai un livello di maturità tecnologica in grado di creare realtà simulate.
  2. Una civiltà che abbia raggiunto uno status tecnologico sufficientemente avanzato deciderà di non produrre una realtà simulata, per motivi etici e/o di scelta tecnica.
  3. Tutti i soggetti con il nostro tipo di esperienze stanno vivendo all’interno di una simulazione attualmente in corso.

Ti piacciono questi argomenti? Leggi il mio articolo su Matrix!

Se desideri approfondire ti consiglio di vedere il video integrale della conferenza, è quì su youtube.

Vuoi lasciare un commento?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: